Ven. Mag 24th, 2024

Gelato fatto in casa e tradizione Italia, cosa sapere

Se c’è qualcosa di cui l’italiano può andare fiero è la tradizione gastronomica che vantiamo da secoli. Dall’antipasto al dolce, non c’è ricetta che trova degno rivale negli altri paesi del mondo. E tra la preparazione che ci contraddistingue, il gelato è sicuramente in cima alla lista. Vediamo cosa bisogna sapere a riguardo, soprattutto se la tua intenzione è preparare un gelato fatto in casa.

Un vanto made in Italy

Non solo in Italia siamo abili preparatori di questo dessert da freezer, ma vantiamo anche la paternità del gelato. Non esiste un paese o una città italiana che non abbia una gelateria artigianale, soprattutto ancora oggi ci sono mastri gelatai che deliziano i nostri palati seguendo le ricette della tradizione. Abbiamo in passato, e forse accade tuttora, dovuto combattere con i francesi che rivendicano le origini e la diffusione del gelato in Europa, e per quanto anche loro abbiano professionisti del settore, il gelato rientra nel novero dei dolci tipici del Belpaese.

La storia

Andando a ritroso nel tempo, troviamo le prime gelaterie a Firenze, all’epoca del dominio de Medici. C’erano molte botteghe che realizzava un compito a base di uova, latte e panna che ricorda il gelato. Sulla falsariga di questa primordiale preparazione, nel 1700, Filippo Lenzi mette a punto una sua personale ricetta del gelato. Il successo di quest’ultima porta la diffusione del dessert anche in America. Fu proprio qui che l’inventore William Le Young decide di brevettare la prima macchina a manovella chiamandola appunto gelatiera.

Il gelato industriale

Se vogliamo parlare invece di gelato industriale italiano il primo che nasce si ha nel 1948, e si tratta di quello a stecco, simile alla ricetta che trovi sul sito Ricetta.it. Per avere quelli con la cialda a cono bisogna aspettare l’inizio degli anni 70. Ovviamente con la nascita di elettrodomestici moderni tipo i refrigeranti, aumentano i prodotti da banco, realizzati sempre tenendo fede alla tradizione.

Il gelato fatto in casa

Indubbiamente amiamo tutti i gelati confezionati delle più importanti aziende produttrici. Ma per fortuna c’è ancora chi ama dilettarsi nel gelato fatto in casa. Questo perché risulta genuino, senza emulsionanti, conservanti e con un procedimento di realizzazione divertente ed appagante. Con o senza l’aiuto dei robot, fare il gelato alla vecchia maniera ti aiuta a ritrovare vecchi sapori, usando solo ingredienti di qualità.

Ovviamente devi tenere presente che per la ricetta tradizionale, occorre seguire dei processi molto particolari a partire da quelli per il congelamento, che permettono di dare al gelato la sua consistenza cremosa e fresca, caratteristiche che lo distinguono da altri dessert. Ad ogni modo tieni presente che un gelato artigianale da casa si ottiene usando una combo di zucchero panna e latte (al 60%) e infine uova. Solo dopo aver preparato la base scegli il gusto che prediligi e quindi aggiungi caffè, cacao, frutta, a seconda del gusto che intendi preparare. L’ingrediente chiave per la buona riuscita è dato dallo zucchero che dovrebbe essere usato nella giusta dose in quanto oltre a conferire dolcezza al gelato ha il compito di tenere sotto controllo la capacità di congelamento dell’acqua presente nella miscela. Insomma è lo zucchero che lascia il gelato cremoso e non lo fa diventare duro e cristallino. Forse anche per questo si usa il saccarosio come tipologia di zucchero, in quanto più facilmente solubile.Detto quanto non ti resta che andare ala ricerca della ricetta perfetta del gelato fatto in casa. Fermo restando che si raccomanda a prescindere tutto solo ed esclusivamente l’uso di ingredienti di qualità e se possibile biologici. Per realizzare il gelato non per forza occorre la gelatiera. In fondo come facevano le nostre nonne quando non c’erano i robot da cucina?

Related Post